Accedi al sito
Serve aiuto?

Statuto

STATUTO
DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE “MILLE SOGNI”

 
ART. 1
(Denominazione e sede)
E’ costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia, l’associazione di promozione sociale denominata: “Mille Sogni” con sede amministrativa nel Comune di Dolo (Ve) in
Via Alfieri civ. 8.
ART. 2
(Finalità)
1. L’Associazione è apartitica, non ha scopo di lucro e svolge attività di promozione e utilità sociale.
2. I proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, anche in forma indiretta.
3. Le finalità che si propone sono l’organizzazione di eventi e quant’altro possa essere utile alla raccolta fondi da destinare ad attività ricreative all’interno delle strutture ospedaliere della ULSS 13 e delle case di riposo del Miranese e della Riviera del Brenta, nonché per
l’acquisto di macchinari utili alle strutture stesse.
ART. 3
(Soci)
1. Sono ammessi all’Associazione tutti coloro che ne condividono gli scopi, le attività e accettano il presente Statuto e l’eventuale regolamento interno.
2. L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione è il Consiglio Direttivo. Il richiedente, nella domanda di ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità impegnandosi a versare la quota associativa.
3. Ci sono tre categorie di soci:
- fondatori: coloro che sono intervenuti all'Atto Costitutivo. Essi sono tenuti a versare la quota annuale come i soci ordinari, fanno parte dell’Assemblea, hanno diritto di voto e di essere votati.
- ordinari: coloro che, avendo ottenuto l’approvazione del Consiglio Direttivo, versano regolarmente la relativa quota annuale e partecipano all’organizzazione dei programmi.
- sostenitori: coloro che, versano la relativa quota annuale ma che non partecipano attivamente alla vita associativa.
4. Non è ammessa la categoria dei soci temporanei. La quota associativa è intrasmissibile.
5. L’ammissione di ulteriori soci ordinari potrà avvenire solo previo parere positivo della maggioranza dei presenti all’Assemblea.
 
ART. 4
(Diritti e doveri dei soci)
1. I soci fondatori hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi.
2. Tutti i soci hanno diritto di essere informati sulle attività dell’Associazione. I soci fondatori e i soci ordinari, hanno diritto di essere rimborsati per le spese effettivamente sostenute nello svolgimento dell’attività prestata.
3. Tutti i soci devono, comunicare i propri dati anagrafici, che verranno inseriti nel Libro Soci, versare nei termini la quota sociale e rispettare il presente Statuto e l’eventuale regolamento interno.
4. Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell’Associazione prevalentemente in modo personale, volontario e gratuito, senza fini di lucro, anche indiretto, in ragione delle disponibilità personali.
ART. 5
(Recesso ed esclusione del socio)
1. Il socio può recedere dall’Associazione mediante comunicazione scritta al Consiglio Direttivo.
2. Il socio che contravviene ai doveri stabiliti dallo Statuto e che non paga la quota sociale può essere escluso dall’Associazione.
3. L’esclusione è deliberata dall’Assemblea con voto segreto e dopo aver ascoltato le giustificazioni dell’interessato.
E’ ammessa la decisione dell’organo direttivo con possibilità di appello entro 30 gg. all’Assemblea.
 
ART. 6
(Organi sociali)
1. Gli organi dell’associazione sono:
- Assemblea dei soci;
- Consiglio direttivo;
- Presidente.
2. Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito.
 
ART. 7
(Assemblea)
1. L’Assemblea è l’organo sovrano dell’Associazione ed è composta da tutti i soci.
2. E’ convocata almeno una volta l’anno dal Presidente dell’Associazione o da chi ne fa le veci mediante avviso scritto da inviare almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza e contenente l’ordine del giorno dei lavori;
3. L’Assemblea è inoltre convocata a richiesta di almeno il 50% dei soci fondatori o quando il Consiglio Direttivo lo ritiene necessario.
4. L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la modifica dello Statuto e lo scioglimento dell’Associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi.
 
ART. 8
(Compiti dell’Assemblea)
L’assemblea deve:
- approvare il rendiconto consuntivo e preventivo;
- fissare l’importo della quota sociale annuale;
- determinare le linee generali programmatiche dell’attività dell’Associazione;
- approvare l’eventuale regolamento interno;
- deliberare in via definitiva sulle domande di nuove adesioni e sulla esclusione dei soci;
- eleggere il Presidente e il Consiglio Direttivo;
- deliberare su quant’altro demandatole per Legge o per Statuto, o sottoposto al suo esame dal Consiglio direttivo.
 
ART. 9
 
(Validità Assemblee)
1. L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti, in proprio o in delega.
2. Non è ammessa più di una delega per ciascun aderente.
3. Le deliberazioni dell’Assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti e rappresentati per delega, sono espresse con voto palese tranne quelle riguardanti le persone e la qualità delle persone (o quando l’Assemblea lo ritenga opportuno).
4. L’assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo statuto con la presenza di 2/3 dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti; scioglie l’associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di ¾ dei soci.
 
ART. 10
 
(Verbalizzazione)
1. Le discussioni e le deliberazioni dell’Assemblea sono riassunte in un verbale redatto dal Segretario o da un componente dell’Assemblea appositamente nominato, e sottoscritto dal Presidente.
2. Ogni socio ha diritto di consultare il verbale e di trarne copia.
 
ART. 11
 
(Consiglio Direttivo)
1. Il Consiglio Direttivo è composto da tre membri, eletti dall’Assemblea tra i propri componenti.
2. Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei componenti.
3. Il Consiglio Direttivo compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione non espressamente demandati all’Assemblea; redige e presenta all’Assemblea il rapporto annuale sull’attività dell’Associazione, il rendiconto consuntivo e preventivo.
 
ART. 12
 
(Presidente)
1. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione, presiede il Consiglio Direttivo e l’Assemblea; convoca l’Assemblea dei soci e il Consiglio Direttivo sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie.
 
ART. 13
 
(Risorse economiche)
1. Le risorse economiche dell’organizzazione sono costituite da:
a) contributi e quote associative;
b) donazioni e lasciti;
c) ogni altro tipo di entrate ammesse ai sensi della L 383/2000.
2. L'associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per Legge o siano effettuate a favore di altre organizzazioni.
 
ART. 14
 
(Rendiconto economico-finanziario)
1. Il rendiconto economico-finanziario dell’Associazione è annuale e decorre dal primo gennaio di ogni anno. Il conto consuntivo contiene tutte le entrate e le spese sostenute relative all’anno trascorso. Il conto preventivo contiene le previsioni di spesa e di entrata per l’esercizio annuale successivo.
2. Il rendiconto economico-finanziario è predisposto dal Consiglio direttivo e approvato dall’assemblea generale ordinaria con le maggioranze previste dal presente statuto, depositato presso la sede dell’Associazione almeno 20 gg. prima dell’Assemblea e può
essere consultato da ogni associato.
3. Il conto consuntivo dev’essere approvato entro il 30 aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale.
 
ART. 15
 
(Scioglimento e devoluzione del patrimonio)
L’eventuale scioglimento dell’Associazione sarà deciso soltanto dall’Assemblea con le modalità di cui all’art. 7 ed in tal caso, il patrimonio, dopo la liquidazione, sarà devoluto a finalità di utilità sociale.
 
ART. 16
 
(Disposizioni finali)
Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni previste dal Codice civile e dalle leggi vigenti in materia.